This content is available in English

Lituania: festeggiamenti civili e religiosi per il centenario dello Stato. A Vilnius messa dell’arcivescovo Grusas

Suoneranno a festa le campane in tutta la Lituania domani, 16 febbraio, alle 12.30 per festeggiare il centenario della restaurazione dello Stato di Lituania e si celebreranno “messe per la patria”, fra cui quella nella basilica dei santi Stanislaw e Vladislaw a Vilnius, presieduta dall’arcivescovo Gintaras Grusas. Per questa speciale occasione, i vescovi lituani hanno sospeso l’obbligo quaresimale di astensione dalle carni nel primo venerdì di quaresima, per “celebrare insieme la gioia dell’indipendenza”. Sono giorni di festa religiosa e civile nella repubblica baltica: ieri la presidente Dalia Grybauskaitė ha presieduto la cerimonia di consegna dei fiori alle famiglie dei venti uomini che firmarono l’atto d’indipendenza della Lituania cento anni fa e ha inaugurato la mostra “Futuri indimenticabili: visioni per il centenario della Lituania”. Stamane invece ha insignito 100 persone per i loro “meriti per la Lituania”. In serata a Vilnius anche Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo e Jean-Claude Juncker, presidente dell’Ue, oltre a capi di Stato e di governo dei Paesi limitrofi che domani saranno sulla piazza Daukantas alle 12 per l’alzabandiera dei tre Stati baltici. La presidente parteciperà poi alla messa nella cattedrale. In serata, fuochi d’artificio e concerti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia