Diocesi: Cosenza-Bisignano, la Chiesa chiede perdono e sta lavorando per far chiarezza sulla vicenda di San Vincenzo La Costa

“Esprimo la personale tristezza e il dolore della Chiesa cosentino-bisignanense e chiedo scusa per lo scandalo e il dolore arrecato alle vittime della vicenda, prima fra tutti la ragazza interessata, ma anche a quanti sono stati offesi e scossi dalla trasmissione che ha coinvolto una comunità parrocchiale, i sacerdoti e anche un vescovo che è stato duramente vilipeso da un membro del nostro presbiterio”. L’arcivescovo di Cosenza-Bisignano, monsignor Francesco Nolè, in seguito allo scandalo suscitato da una nota trasmissione televisiva ieri sera, riguardo alla vicenda di un sacerdote della nostra Arcidiocesi dichiara ha diffuso oggi una dichiarazione. “Vescovo e Presbiterio – si legge nel testo – si stringono attorno al Pastore emerito per esprimergli affetto e sincera fraternità. Come vescovo resto disponibile ad incontrare la ragazza in questione se e quando lei vorrà, per un dialogo fraterno. Chiedo perdono a quanti, soprattutto ai semplici, che a causa della controtestimonianza degli uomini di Chiesa, vivono sofferenze e subiscono scandali. Invito i cristiani dell’arcidiocesi, soprattutto in questo tempo di Quaresima, ad intensificare la preghiera per la nostra Chiesa bella, santa e peccatrice, sempre bisognosa di conversione e di purificazione. La diocesi, per quanto di competenza, è già impegnata a fare chiarezza sulla vicenda e prenderà seri e opportuni provvedimenti canonici nei confronti di quanti hanno dato pubblico scandalo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia