Giovani: Fiaschi (Forum Terzo settore), “non ci sono solo neet, ma anche la generazione delle startup”

“I giovani siano al centro delle sfide del futuro, e in questo percorso le vecchie generazioni abbiano la consapevolezza e la disponibilità di essere al loro fianco ad accompagnarli”. Lo scrive Claudia Fiaschi, portavoce del Forum nazionale del Terzo settore, nel messaggio rivolto ai giovani durante il convegno “È tempo di andare”, organizzato nei giorni scorsi dall’Azione Cattolica, a Roma. “Accanto ai neet e a quei ragazzi che non hanno fiducia nel futuro, ci sono quelli che accettano nuove sfide, la generazione di startup che sa mettersi in gioco ed è disponibile a fare i conti con il futuro, accettando la paura o l’insuccesso e gli inevitabili errori che accompagnano ogni conquista e innovazione – aggiunge Fiaschi –. La chiave per una nuova stagione di protagonismo dei giovani passa oggi dalla loro profonda sensibilità verso i temi della solidarietà e della sostenibilità”. Secondo la portavoce, “i giovani sono in grado di immaginare l’economia del futuro: sostenibile, basata su modelli di sviluppo sociale ed inclusivo, con forti legami con il territorio, ma anche con uno sguardo a ciò che accade nel mondo”. “Le forme di economia sociale, volontariato e impresa sociale costituiscono gli strumenti ideali per accompagnare l’idea di futuro e di sviluppo delle nuove generazioni, il terreno per dare forma ai sogni e trasformarli in nuove opportunità di impegno sociale ma anche lavorativo. Il nostro compito – conclude – è quello di sostenerli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo