Germania: a 5 anni dalla rinuncia di Papa Benedetto il ricordo dei giornalisti cattolici tedeschi. “Pensavamo fosse uno scherzo”

Sono trascorsi cinque anni dalla rinuncia al soglio pontificio di Papa Benedetto XVI, oggi Papa emerito, e il caporedattore della redazione di Berlino del portale della Chiesa cattolica tedesca www.katholisch.de, Steffen Zimmermann, e altri giornalisti cattolici hanno ricordato la loro esperienza in quella giornata di emergenza comunicativa per la notizia che fece il giro del mondo in pochi secondi. “All’improvviso i colleghi dell’agenzia di stampa cattolica Kna hanno rilanciato la notizia incredibile ai redattori – ricorda Steffen Zimmermann –: il Papa si è dimesso? In primo luogo, ovviamente, ho pensato che fosse uno scherzo: ah ah, dimissioni del Papa, il lunedì di carnevale, va bene… Ma ben presto fu chiaro che non era uno scherzo”. Zimmermann ha ricordato come i giornalisti delle redazioni fossero in giro per le strade delle città tedesche per seguire le parate del carnevale, e riuscire a richiamarli fosse stato difficile: “Quando divenne chiaro a tutti che non si trattava di uno scherzo, i giornalisti vennero direttamente dalla strada in ufficio con la bizzarra situazione che tutti erano seduti al loro posto di lavoro per l’importanza della rinuncia del Papa, mascherati e con le facce dipinte come animali”.
Dopo 14 ore di lavoro ininterrotto, Alexander Brüggemann, giornalista dell’agenzia di stampa cattolica Kna chiamò un taxi per rientrare a tarda notte a casa: “L’autista era un ragazzo giovane, forse di 30 anni, non sapeva ancora niente perché ascoltava una stazione radio di sola musica e niente notizie”, racconta. “‘Come, si è dimesso?’ – mi chiese, mezzo divertito e incredulo. Fu una giornata indimenticabile per un giornalista”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo