Ue: Comitato economico e sociale, convegno su “futuri scenari della società civile”

(Bruxelles) Come sta cambiando “il ruolo delle organizzazioni della società civile in un contesto segnato da trasformazioni demografiche, crisi economica, digitalizzazione, populismo e restringimento dello spazio civico”? Sarà l’interrogativo al centro di un evento che giovedì 15 febbraio si terrà a Bruxelles su iniziativa del Comitato economico e sociale europeo (Cese). La prospettiva è quella del 2030 entro cui delineare “futuri scenari della società civile nell’Unione europea”. Il punto di partenza del dibattito sarà la presentazione dello studio “L’evoluzione futura della società civile nell’Ue entro il 2030”, promosso dal gruppo Attività diverse del Cese (III gruppo), di cui fanno attualmente parte 111 organizzazioni di diversa matrice, e svolta dal Cnvos, il Centro per i servizi di informazione cooperazione e sviluppo delle Ong, e dall’Enna, la Rete europea delle associazioni nazionali della società civile. I nomi che figurano tra i relatori per l’incontro di Bruxelles sono quelli di Luca Jahier, presidente del III Gruppo Cese, Goran Forbici, direttore del Cnvos, Sabine Selchow, della London School of Economics, Ramón Luis Valcárcel Siso, vice-presidente del Parlamento europeo incaricato delle relazioni con il Cese e con il Comitato europeo delle regioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia