Diocesi: Perugia-Città della Pieve, la Caritas impegnata in un progetto sul recupero degli scarti alimentari

La Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve ha intrapreso una partnership con l’Università perugina per un progetto sul recupero degli scarti alimentari. È iniziato così un monitoraggio dell’attività di recupero di alimenti in scadenza per la ridistribuzione solidale e di scarti alimentari per la produzione di biogas. “Delle eccedenze di questi generi, che vengono raccolte durante l’anno, vanno anche ai quattro Empori della Solidarietà, che la Chiesa perugino-pievese ha attivato dall’autunno del 2014 nel capoluogo e in tre zone periferiche dell’arcidiocesi con famiglie in particolari difficoltà”, ricorda una nota. Da questa pratica verrà elaborato un modello che, a partire dal 2019, consentirà l’attività di riduzione degli sprechi in maniera sistematica. La fase attuale, appena inaugurata, riguarda la raccolta delle informazioni. Si tratta un “progetto finanziato dall’Unione europea che ha prodotto risultati apprezzabili in Danimarca e dopo la sua applicazione in Italia verrà esportato in Ungheria”, ha dichiarato il direttore della Caritas diocesana Giancarlo Pecetti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia