Cattolici e politica: Truffelli (Azione Cattolica), “il nostro Paese torni a investire nella formazione e nella socializzazione”

“La società italiana e la politica che la rappresenta sembrano intrise di un senso di precarietà che le spinge a chiudersi su se stesse e a coltivare egoismi collettivi e individuali, invece che scommettere sulle proprie risorse, a partire dalla creatività e dalla tradizione solidale che da sempre contraddistinguono l’Italia”. Lo ha detto, questa mattina, il presidente nazionale dell’Azione Cattolica, Matteo Truffelli, durante il convegno Bachelet sul tema “Azione cattolica e azione politica”, in corso a Roma. “È compito anche nostro continuare a insistere sulla necessità che il nostro Paese torni a scommettere, insieme, sul proprio futuro – ha aggiunto -. A partire da un autentico investimento su quelle realtà in cui il futuro prende forma: la scuola, l’università, i percorsi di formazione e di introduzione al lavoro, le esperienze di educazione, i luoghi di socializzazione e gli spazi di integrazione delle differenze. Realtà che chiedono di essere messe al centro di un patto condiviso tra tutte le componenti della società e della politica”. Al termine del convegno è stato assegnato anche il premio Bachelet alla tesi dal titolo “Democrazia partecipativa, cittadinanza e inclusione: le politiche partecipative in favore degli immigrati e dei minori”, scritta da Valeria Zampiglia, laureatasi in Sociologia all’Università di Perugia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia