Azione Cattolica: Ivaldo (Università di Napoli), “è luogo di educazione e partecipazione alla vita democratica”

“L’Azione Cattolica può sempre operare come luogo di educazione e partecipazione alla vita democratica”. Lo ha detto, questa mattina, Marco Ivaldo, docente di filosofia all’Università di Napoli “Federico II”, intervenuto al convegno Bachelet, organizzato da Ac, sul tema “Azione cattolica e azione politica”, in corso a Roma. “I problemi della democrazia di oggi rendono Ac un’agenzia educativa per la cura della vita democratica e della partecipazione”, ha aggiunto. Il docente tracciando il quadro della crisi democratica ha ricordato che “aspetti di sofferenza della democrazia si palesano anche nelle aree di solidità democratica come l’Ue”. La conseguenza è “la sfiducia dei cittadini, lo svuotamento del dibattito interno dei partiti che divengono comitati elettorali”. “La democrazia postula la formazione dei cittadini che vivono sotto buone leggi. Questa formazione è oggetto anche dell’Ac – ha sottolineato il docente -. Il fine dell’associazione politica è lo sviluppo e la fioritura della persona umana, non separabile dalla responsabilità nei confronti dei problemi del mondo e delle future generazioni. La fioritura della persona allora non è autoaffermazione degli interessi materiali e personali, bensì è possibile solo in un contesto relazionale che la dottrina della Chiesa chiama bene comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia