Immacolata: mons. Zuppi (Bologna), “proteggere il dono della vita dal suo inizio alla sua fine”

“Maria, Madre delle tenerezza, insegnaci a proteggere il dono della vita dal suo inizio alla sua fine”. Lo ha detto l’arcivescovo di Bologna, mons. Matteo Zuppi, leggendo la preghiera che ha scritto all’Immacolata, in piazza Malpighi, durante la tradizionale ‘Fiorita’, l’omaggio floreale alla statua della Madonna Immacolata. Il presule ha chiesto alla Vergine di aiutare “i piccoli della nostra città e le loro famiglie, i bambini, soprattutto quelli che sono malati e gli anziani, chi sperimenta l’amarezza della solitudine o non si riconosce più”. “Ti preghiamo con tanta insistenza per i giovani perché con coraggio mirino alle cose più belle e conservino sempre un cuore libero, rispondano come Te alla chiamata che Dio rivolge a ciascuno, perché realizzino il proprio progetto di vita e raggiungano la felicità”. Infine, a Maria la richiesta di insegnarci a “essere comprensivi e solidali con chi ha bisogno, a coltivare il senso del bene comune e di ogni persona, a parlare sempre la lingua dell’amore che tutti comprendono nella loro condizione, perché si veda attraverso di noi la luce della speranza di Dio e la sua presenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori