Progetto Policoro: don Bignami (Cei), “impegno socio-politico non è un di più ma un’esperienza di carità”

“Dare oggi maggior valore all’impegno socio-politico, a non considerarlo un di più, ma come un’esperienza di carità”. Per don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro, l’appello rivolto dal card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ai 250 animatori di comunità del Progetto Policoro, provenienti da 137 diocesi, continua a risuonare anche al termine del Corso di formazione di Assisi. “Sono stati giorni belli e positivi, in cui si è percepito l’entusiasmo di tanti giovani”, racconta don Bignami ricordando che “il tema centrale è stato quello della vocazione legata all’esperienza sociale e del lavoro: capire cioè come mettersi in gioco rispetto ai grandi temi e alla fase di travaglio che stiamo vivendo a livello sociale”. L’invito, spiega, è “a fare conto con le povertà dei territori, non in termini di lamentela, ma per avere la capacità di vedere il positivo anche nelle situazioni di limitatezza per dare vitalità e slancio”. In quest’ottica, “l’espressione di Papa Francesco, ‘Osate grandi cose’, che ha fatto da tema al Corso dice proprio la capacità di vedere come la mia vita, se messa in un circolo virtuoso, può realizzare grandi cose”. “Guardiamo con fiducia al nuovo anno formativo che ha preso il via con il Corso di Assisi”, sottolinea don Bignami annunciando che “la comunicazione sarà il tema al centro del prossimo Corso nazionale” e che “con la pastorale giovanile e con Caritas, valuteremo la possibilità di proporre nuove occasioni di formazione per chi termina il percorso del Progetto Policoro e chiede di non chiudere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia