Commercio al dettaglio: Istat, a ottobre vendite in lieve aumento (+0,1%) rispetto a settembre, +1,5% in un anno. Boom per l’elettronica (+24,4%)

A ottobre 2018 si stima, per le vendite al dettaglio, un lieve aumento rispetto al mese precedente (+0,1% in valore e +0,2% in volume). I beni alimentari mostrano una leggera flessione in valore (-0,1%) e un aumento in volume (+0,2%), mentre i beni non alimentari sono in crescita sia in valore (+0,3%) sia in volume (+0,2%). Lo comunica oggi l’Istat diffondendo i dati relativi al “Commercio al dettaglio” per il mese di ottobre 2018.
“Dopo la battuta d’arresto di settembre, le vendite al dettaglio – spiega l’Istat – tornano a registrare lievi segnali positivi sia in valore sia in volume, più ampi in termini tendenziali e più contenuti in termini congiunturali. In particolare, il commercio elettronico, che si contraddistingue per variazioni tendenziali positive ampie e persistenti dall’inizio del periodo di diffusione di questo specifico indice (gennaio 2016), tocca un picco ad ottobre 2018 (+24,4%)”.
Stando ai dati diffusi, nel trimestre agosto-ottobre 2018, i beni alimentari registrano un calo dello 0,1% in valore e dello 0,2% in volume, i beni non alimentari sono in aumento dello 0,2% in valore e dello 0,4% in volume.
Su base annua, invece, le vendite al dettaglio aumentano dell’1,5% in valore e dell’1,6% in volume. In crescita sia le vendite di beni alimentari (+1,8% in valore e +1,2% in volume) sia quelle di beni non alimentari (+1,3% in valore e +1,9% in volume).
“Per quanto riguarda le vendite di beni non alimentari – prosegue l’Istituto nazionale di statistica –, si registrano variazioni tendenziali positive in quasi tutti i gruppi di prodotti ad eccezione di cartoleria, libri, giornali e riviste (-0,9%), giochi, giocattoli, sport e campeggio (-0,7%) e prodotti farmaceutici (-0,1%). Gli aumenti maggiori riguardano dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+5,7%), elettrodomestici, radio, tv e registratori (+3,8%) e altri prodotti (+3%)”.
Sempre a livello tendenziale, il valore delle vendite al dettaglio registra un aumento dell’1,1% per la grande distribuzione e dello 0,5% per le imprese operanti su piccole superfici.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia