Scuola: Anci, prosegue la raccolta firme a sostegno dell’educazione alla cittadinanza. Oltre mille i Comuni impegnati

Prosegue a ritmi serrati la raccolta firme promossa dall’Anci a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare per l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia autonoma nelle scuole di ogni ordine e grado. “L’iniziativa – ricorda Anci – mira a formare cittadini responsabili, solidali e consapevoli di diritti e doveri. Ragazzi e ragazze potranno apprendere i principi fondamentali della Costituzione, ma anche quelli dell’uguaglianza e della legalità, il senso di appartenenza alla comunità, il rispetto per i beni comuni, il corretto uso delle tecnologie, l’educazione all’ambiente e alla lotta contro lo spreco”.
Tra i personaggi del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo che hanno già sottoscritto la proposta ci sono Gigi Proietti, Adriano Panatta, Sigfrido Ranucci, Alessandro Cattelan, Andrea Lucchetta, Vinicio Marchioni, Francesco Montanari, Vittorio Sgarbi, Gianfranco Pasquino, Paolo Nespoli, Gabriele Lavia, Gianni Minoli e Vauro ma anche Giobbe Covatta, Nicola Piovani e la senatrice a vita Liliana Segre. Al raggiungimento dell’obiettivo – la raccolta di 50mila firme – stanno contribuendo anche diverse associazioni, tra cui Libera, Moige, Legambiente, Unicef, Save the Children, Arci, Coni, Action Aid. I Comuni che hanno aderito alla campagna dandone comunicazione all’Anci sono più di 1.000, tra i quali 60 capoluoghi. Materiali e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web di Anci. La campagna è promossa anche sui canali Facebook e Twitter, con gli hashtag #Educazioneallacittadinanza e #Obiettivo50mila.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia