Consiglio europeo: approvata dichiarazione su antisemitismo. Lauder (Wjc), “necessità di un’azione seria, politica e concreta allo stesso tempo”

Approvata nella riunione odierna del Consiglio dell’Unione europea, la dichiarazione sulla lotta contro l’antisemitismo che invita tra l’altro gli Stati membri dell’Ue a prendere provvedimenti per garantire la sicurezza delle comunità, delle istituzioni e dei cittadini ebraici e a dare importanza alla commemorazione e alla sensibilizzazione sull’Olocausto, oltre la Commissione europea e l’Europol a prestare particolare attenzione all’antisemitismo online e ai contenuti che difendono gli attacchi antisemiti. Esprime soddisfazione il Congresso ebraico mondiale (Wjc): “È un chiaro riconoscimento da parte dei governi di tutti gli Stati membri dell’Ue che è necessaria un’azione seria, politica e concreta allo stesso tempo, di fronte a sfide chiare e specifiche poste da questo antico odio” ha dichiarato Ronald S. Lauder, presidente del Wjc, che ha ringraziato il cancelliere austriaco Sebastian Kurz “per la leadership che ha mostrato su questo tema” e ha auspicato la nomina da parte del Consiglio europeo di un “coordinatore per la lotta contro l’antisemitismo”, per dare seguito alla dichiarazione. Il Wjc fa sapere in una nota di aver “lavorato per molti mesi” insieme alle autorità austriache e dell’Ue al “contenuto della dichiarazione”, attraverso “oltre cento incontri” con rappresentanti di stati membri dell’Ue e funzionari dell’Ue per “spiegare l’importanza cruciale dell’adozione della dichiarazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia