This content is available in English

George H.W. Bush: vescovi Usa, “impegno costante nel costruire ponti di pace e assicurare le libertà della nostra nazione”

(da New York) “Ricordiamo con gratitudine il presidente George H.W. Bush, un grande uomo che ha speso la sua vita disinteressatamente al servizio del suo Paese”. Il card. Daniel DiNardo, presidente della Conferenza episcopale, esprime a nome dei vescovi statunitensi le condoglianze per la morte del 41º presidente degli Stati Uniti, che si è spento a 94 anni lo scorso 30 novembre. Ieri sera la salma è giunta a Washington sull’aereo presidenziale, nominato per l’occasione “Special Air Mission 41″. Gli onori di Stato riservati ai presidenti si terranno nella sala rotonda del Congresso, dove 21 colpi di cannone sono stati sparati all’arrivo della salma. “Mentre in pianto ci uniamo a tutta la nazione – ha continuato DiNardo – ricordiamo il suo impegno costante nel costruire ponti di pace e assicurare le libertà della nostra nazione. Egli è stato un marito, un padre e un patriarca che ha ispirato molti per la sua devozione”. Il cardinale assicura poi le sue preghiere “per il riposo dell’anima del presidente” e per la famiglia e ricorda “la sua vita ben vissuta”, come un modello. Mercoledì si terrà una cerimonia ufficiale e il presidente Trump ha dichiarato per quel giorno il lutto nazionale. Giovedì, in treno, la salma raggiungerà College Station, in Texas, dove si trova la biblioteca e il museo dedicato al presidente Bush e qui sarà sepolto accanto alla moglie, l’ex first lady Barbara Bush, e alla loro figlia Robin, che morì di leucemia all’età di 3 anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia