Europa: Conte, “mio obiettivo è evitare all’Italia una procedura d’infrazione”

“È assolutamente un negoziato vero. Il mio obiettivo è evitare all’Italia una procedura d’infrazione che fa male al nostro Paese e rischia di far male anche all’Europa. Sto lavorando a questo con la massima determinazione. Sto mettendo a punto una mia proposta che l’Unione europea non potrà non prendere in considerazione”. Lo dice il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, in una intervista ad “Avvenire”. “Pochi giorni fa nessuno credeva che il dialogo potesse essere riaperto. Anzi, tutti gli osservatori economici e internazionali davano per certa l’accelerazione della procedura contro l’Italia. Ma io sono molto determinato, indomito, ottimista, non trovo appagamento se non porto il risultato a casa”, spiega Conte in merito al dialogo con l’Unione europea. “I miliardi non sono bruscolini e francamente mi fa sorridere quando sui giornali si spostano numeri con tale facilità. Ripeto: questa mia proposta – che non compromette affatto gli interessi degli italiani e quindi nemmeno le riforme programmate – non potrà non essere presa seriamente in considerazione dall’Europa”. Quanto alla possibilità di raggiungere lo stesso obiettivo senza sfidare l’Ue, Conte precisa: “Noi non abbiamo mai sfidato l’Ue. Quel 2,4% è derivato dalla valutazione dell’impatto delle varie riforme, soprattutto di quelle più qualificanti. Ricorderete che io non ho mai anticipato i saldi finali sino al momento in cui non abbiamo avuto gli esatti conteggi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia