Cibo: Stingo (Capodarco), “agricoltura sociale produce benessere individuale ed è un bene per tutto il territorio”

Quaranta persone di sette nazionalità diverse. Sono i protagonisti dell’azienda agricola presentata da Salvatore Stingo, presidente di Agricoltura Capodarco, che consente percorsi riabilitativi per persone con disabilità ma è un luogo aperto a tutti. Alla giornata di studio “Attorno al cibo per costruire dialogo, incontro, confronto e pace” in corso a Roma per iniziativa di Greenaccord, Regione Lazio e Arsial, Stingo spiega che l’essere attivi e il rendesi utili “ha un’alta funzione terapeutica, la gestione del tempo attraverso il contatto della natura e le sue stagioni aiuta a ritrovare ordine anche nei pazienti psichici”. Agricoltura Capodarco è un modello di agricoltura sociale che produce benessere: raccogliere le foglie, innaffiare la piante, raccogliere le uova sono “attività semplici che però danno riconoscimento a chi le compie” e la cooperativa “mette insieme persone attraverso il lavoro e attraverso idealità”. Obiettivo, conclude Stingo, “creare un luogo accogliente e integrante” ma l’azienda agricola “rappresenta inoltre un bene per il territorio, un bene collettivo”. La sfida è l’idea che “produrre beni alimentari – ortaggi, frutta, vino, uova – con questa ottica può essere vincente anche sul mercato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia