Avvento: mons. Spinillo (Aversa), “la presenza di Dio ci viene a liberare da ogni forma di dipendenza”

“Inizia l’attesa della presenza viva del Signore nella nostra vita, una presenza che abbatte tutto ciò che noi cerchiamo come una sicurezza nella nostra vita. La presenza di Dio viene a liberarci da ogni forma di dipendenza, ci apre alla libertà del vivere il bene”. Lo dice il vescovo di Aversa, mons. Angelo Spinillo, nel primo videomessaggio per l’Avvento. Ad affiancare il presule nelle quattro settimane che precedono la celebrazione del Natale, di volta in volta, un giovane e una coppia. Fede e testimonianza si alterneranno in tre brevi clip per “cogliere e fare nostre diverse esperienze e racconti di vita”. Si comincia dalla prima parola chiave di questo cammino con le testimonianze di Assunta, insegnante di Aversa in servizio in una scuola del nord Italia, e di Barbara e Luigi, genitori di una bimba, Sofia. Storie di “attese di vita, di casa e di Dio perché – afferma mons. Spinillo –, a Natale, Gesù, nascendo nella forma più povera, ci testimonia che noi, come umanità, siamo legati alla luce, al calore e alla vita che Dio viene a donarci: non saremo mai più dipendenti da nulla e da nessuno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia