Presepe saccheggiato a Campobasso: mons. Bregantini (arcivescovo), “degrado religioso, sociale e culturale”. Promuovere “speranza e coraggio”

Un presepe, allestito dinanzi alla parrocchia nel borgo storico di Campobasso, è stato saccheggiato. L’arcivescovo di Campobasso-Bojano, mons. Giancarlo Bregantini, e la Chiesa tutta di Campobasso esprimono “vicinanza al parroco di san Leonardo, don Luigi Di Nardo”, e, allo stesso tempo, “viva indignazione per quanto è avvenuto davanti alla chiesa di san Leonardo per il danneggiamento della statua del Bambino Gesù, nel presepe allestito all’esterno”, interrogandosi, “con stupore”, “sul perché di questo crescente oltraggio delle cose sacre” e chiedendo “una ulteriore attenzione da parte delle istituzioni e dell’ordine pubblico e di sicurezza per la salvaguardia verso la zona del centro storico”. Chiedono, inoltre, che “ci sia anche una maggior sensibilità nei confronti dell’intero borgo storico perché non venga relegato e dimenticato”.

“Questi episodi tristi servano a rendere ancora più preziosa la presenza dei segni religiosi dentro le nostre terre, dentro le nostre strade, dentro le nostre abitudini- osserva mons. Bregantini -. Il degrado non è solo di natura religiosa ma anche sociale e culturale. Perciò rilanciamo questo appello a tutti i fedeli perché accanto alla preghiera e alla riparazione ci sia una cultura di speranza e di attenzione e di coraggio”.
Di solidarietà e pace sarà il segno del concerto promosso da Acli Molise, quale sensibile contributo al rilancio del borgo. Sabato 29 dicembre alle ore 19:30 concerto “spiritual and gospel”, “Atmosfera di Natale, gioia e pace a tutti”, presso la chiesa di san Leonardo, Largo san Leonardo – Campobasso con la partecipazione di Cheryl Nickerson già vocalist di Ray Charles. Intanto, il parroco, don Luigi Di Nardo, ha già provveduto al ripristino della statua di Gesù Bambino, nuovamente ricollocata nella Natività.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia