Migrazioni: Fico, “dobbiamo sederci al tavolo dove si discute il Global Compact”

“Siccome l’immigrazione è una problematica assolutamente globale, che attraversa il mondo in modo trasversale, per forza dobbiamo sederci al tavolo insieme a tutti gli altri Paesi del mondo per affrontarla”. Lo ha affermato questa mattina il presidente del Camera dei deputati, Roberto Fico, parlando del Global Compact for migration nel corso della cerimonia degli auguri alla Stampa parlamentare tenutasi nella sala della Lupa di Palazzo Montecitorio. “Quando ci sediamo al tavolo in un contesto così importante come quello dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, dove l’Italia ha rapporti fondamentali con i Paesi da dove partono i migranti, in quel tavolo ci devi stare, devi collaborare”, ha ammonito Fico. “Ed è in quel tavolo che devi poter firmare un patto globale che renda, anche concettualmente, il fenomeno migratorio culturalmente con un approccio globale”. Questa, ha sottolineato, “è la posizione dell’Italia”, anche “sulle questioni di cui abbiamo sempre parlato: è l’Europa insieme che deve affrontare il problema delle migrazioni” così come deve prendersi la responsabilità e ogni Stato deve fare la sua parte”.
“L’Italia – ha ribadito il presiedente della Camera – si deve inserire in un meccanismo internazionale che sia sempre di dialogo e l’Onu è di fatto una sede di dialogo. Li dobbiamo esserci sempre”, e “dobbiamo scostarci da una politica come quella di Trump sia sulle migrazioni sia sull’ambiente”. “Patti sui diritti umani, sull’ambiente, sull’emissione di CO2, sulle migrazioni sono filoni che viaggiano insieme, non c’è niente di distinto in questo mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa