Diocesi: Albano, domani mons. Semeraro in udienza dal Papa insieme a 400 poveri

Ci saranno anche 400 persone tra utenti dei centri di ascolto della Caritas e ospiti delle case di accoglienza presenti sul territorio della diocesi di Albano domani all’udienza generale con Papa Francesco in Vaticano. Saranno accompagnati dal vescovo di Albano, mons. Marcello Semeraro, e dagli operatori della Caritas diocesana. “Da diversi mesi, alcuni ospiti delle case di accoglienza avevano chiesto al vescovo di poter incontrare il Papa” riferisce al Sir don Gabriele D’Annibale, direttore della Caritas diocesana di Albano. “Così, mons. Semeraro ha pensato di fare un regalo di Natale a quella che può essere considerata una rappresentanza dei poveri della diocesi. Sappiamo che Papa Francesco si intratterrà con loro alla fine dell’udienza”. Tra di loro, saranno presenti a Roma venticinque migranti dello sprar di Marino, oltre a papà separati, famiglie, ragazzi e ragazze che hanno subito abusi, anziani e ragazze madri, tutti ospitati in strutture di congregazioni religiose o presso realtà che rappresentano opere segno della diocesi. “Parteciperanno anche musulmani e persone che provengono da altri culti e altre fedi religiose – prosegue don D’Annibale –. Vivono l’attesa con gioia e stupore. Quando si pensa ai poveri, ci si preoccupa di riempire il loro stomaco. Proposte come questa fanno parte di un’accoglienza che si preoccupa anche della loro anima o di offrire proposte artistiche e culturali. C’è bisogno di educare a una mentalità nuova del dono” conclude.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori