Cattolici e politica: mons. Baturi (Cei), “non tutto è opinabile” ma “mediazione può essere necessaria per contenere danni”

Per mons. Giuseppe Baturi, teologo canonista e sottosegretario della Cei, nel rapporto cattolici e politica, il principio fondamentale affermatosi dopo il Concilio Vaticano II è “il diritto dei fedeli laici che venga loro riconosciuta quella libertà che compete ad ogni cittadino”. Del resto, “Francesco a Firenze ricordava alla Chiesa italiana che il cristiano è un cittadino”. Libertà, precisa il canonista, intesa “come tensione interna, inquietudine, come affermazione della verità, della giustizia e del miglior bene possibile”. “La libertà del fedele è uguale a quella del cittadino”, spiega, ha però “un limite nell’appartenenza alla comunità ecclesiale. Allo stesso modo, al fedele non è lecito invocare impropriamente l’autorità della Chiesa a sostegno del proprio agire”. Per il sottosegretario Cei, la legge “deve essere utile all’uomo fragile che cammina. Che può non farcela, che ha bisogno di una regola che è misura ma anche direzione”. Nell’attuale contesto di “radicale opinabilità di tutto”, Baturi chiarisce che “non è tutto opinabile. Necessario allora cercare qualcosa di comune, di profondo, mettendo al centro l’uomo. Un comune impegno collaborativo” perché la società plurale “chiede uno sforzo di narrazione reciproca, di argomentazione sensibile alla verità”. E, se ben inteso, “il compromesso, ossia la mediazione nello spazio dell’eticamente possibile, non è necessariamente negativo”. Di qui l’esempio del dibattito sulla legge 40/2004 sulla procreazione medicalmente assistita nel quale, racconta, “la presidenza della Cei intervenne in una situazione di vuoto normativo sottolineando l’urgenza di norme precise che tutelassero la vita fin dalle prime ore della sua esistenza. Pur non ignorando le gravi perplessità etiche di quel provvedimento, i vescovi italiani ne auspicarono la rapida approvazione poiché l’assenza di legge avrebbe provocato un danno maggiore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori