Cooperazione: Dioma (Summit Diaspore), l’Italia riparte insieme

(Dire-Sir) – “L’impegno è per un’Italia di tutti, di tutti i colori e tutte le lingue, capace di guardare al mondo con ottimismo, contribuendo allo sviluppo sociale”: così Cleophas Dioma, coordinatore del Summit delle diaspore, in corso oggi a Milano. “Solo insieme possiamo crescere, con tutti quelli che amano questo Paese” ha detto Dioma, in apertura dell’incontro, giunto alla sua seconda edizione. “Cooperare vuol dire fare insieme, conoscendosi, intraprendendo un percorso comune”. Secondo il coordinatore del Summit, dall’inizio del progetto lo scorso anno in tutte le città persone italiane e straniere hanno dimostrato di voler partecipare alla vita del Paese. “Questo percorso – ha detto Dioma – sta portando qualcosa di concreto, per un’Italia di tutti, di tutti i colori e tutte le lingue”. L’assunto è che, rispetto alle migrazioni e alle presenze di origine straniera, bisogna parlare anche e soprattutto di “normalità”. Ancora Dioma: “Si dice degli sbarchi e mai della gente che vive qui da 20 o 30 anni, che ha figli che vivono qui e che lavorano qui, con problemi, incontri e opportunità quotidiane”. Il Summit delle diaspore, in corso a Palazzo Reale, è finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics). (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa