Immigrazione: Moretti (Caritas Benevento), “migranti energia vitale in paesi a rischio spopolamento”. Italiani “più perplessi che contrari”

“Dobbiamo domandarci cosa fare non contro eserciti di invasori, ma per gli ultimi della terra”, il monito di Angelo Moretti, presidente Caritas Benevento, intervenuto questa sera al seminario sulle migrazioni in corso presso la sede dell’Azione cattolica italiana. Moretti condivide la propria esperienza assicurando che la gente comune che vive nei piccoli paesi a rischio spopolamento non è contraria all’accoglienza in sé, bensì al “modello sbagliato e inefficiente diffuso in Italia”; gli italiani, insomma, “sono più perplessi che contrari”. I migranti, avverte, “non vanno visti come risorsa per il paese, ma come nuova energia vitale in piccoli paesi abitati solo da anziani”. E racconta: “Stiamo girando con un piccolo camper nei comuni con meno di 5 mila abitanti per proporre loro questo tipo di accoglienza. Le piazze dei piccoli Comuni d’Italia non si raggiungono con i social, bisogna andarci di persona. Proponiamo di pensare di fare qualcosa insieme”. In questo “l’Azione cattolica, l’associazione più diffusa in queste aree, per noi è un baluardo e una grande speranza”. “Il Brexit e il fenomeno Trump – conclude – sono il frutto dei voti delle aree rurali: è proprio in quelle aree che vedono l’immigrato come una minaccia che bisogna andare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa