Papa Francesco: udienza, “ogni ricchezza, per essere buona, deve avere una dimensione sociale”. “Manca un’imprenditoria libera e lungimirante”

foto SIR/Marco Calvarese

“Ogni ricchezza, per essere buona, deve avere una dimensione sociale”. Lo ha detto, a braccio, il Papa, nella catechesi dell’udienza di oggi, dedicata alla settima Parola del Decalogo: “Non rubare”. “Se sulla terra c’è la fame non è perché manca il cibo!”, ha esclamato Francesco: “Anzi, per le esigenze del mercato si arriva a volte a distruggerlo. Si butta”. “Ciò che manca è una libera e lungimirante imprenditoria, che assicuri un’adeguata produzione, e un’impostazione solidale, che assicuri un’equa distribuzione”, la tesi di Francesco, che a questo proposito ha citato ancora una volta il Catechismo della Chiesa cattolica: “L’uomo, usando dei beni creati, deve considerare le cose esteriori che legittimamente possiede, non solo come proprie, ma anche come comuni, nel senso che possano giovare non unicamente a lui, ma anche agli altri”. “Ogni ricchezza, per essere buona, deve avere una dimensione sociale”, ha commentato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo