Finale Supercoppa in Arabia Saudita: Costalli (Mcl), “i tifosi delle squadre facciano sentire la loro voce con civiltà e rispetto”

“Nonostante le prese di posizione e i tanti appelli perché si optasse per una soluzione diversa, la Lega Calcio ha ufficialmente comunicato giorno e sede della finale della Supercoppa italiana di calcio: sarà a Gedda, in Arabia Saudita. Il brutale omicidio di Jamal Kashoggi, la violazione quotidiana dei diritti umani, la terribile guerra allo Yemen, non sono stati giudicati elementi sufficienti per riconsiderare una scelta evidentemente sbagliata”. Lo dichiara Carlo Costalli, presidente del Movimento cristiano lavoratori, in un appello ai tifosi: “A nulla è valsa l’indignazione diffusa che si è accesa nel nostro Paese ed è amaro constatare come avessero ragione quelli che pronosticavano il fallimento del tentativo di spostare l’evento per via del fiume di denaro che avrebbe generato”. Costalli auspica che “i tifosi delle squadre facciano sentire la loro voce con civiltà e rispetto per una situazione tanto delicata quanto complessa”: “Sono gli spettatori che pagano il biglietto e che seguono la loro squadra per passione e senza tornaconto economico le vere vittime di questa decisione, anche e soprattutto da loro dovrebbe arrivare un forte segno di contrarietà a quanto deciso dal Palazzo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo