Economia e sviluppo: Gros-Pietro (Banca Intesa), “fare in modo che i risparmi dei singoli diventino virtù sociali”

“Fare in modo che i risparmi dei singoli diventino virtù sociali”. Gian Maria Gros-Pietro, presidente del Consiglio di amministrazione di Intesa San Paolo, ha sintetizzato in questi termini il compito principale della finanza etica. Intervenendo al convegno promosso a Roma, presso il Palazzo San Calisto, dall’associazione internazionale Carità politica sul tema “Diplomazia dei valori e sviluppo. Laudato si’, riflessioni ed esperienze”, l’esperto ha spiegato che spetta alla banca, oltre a soddisfare le esperienze del cliente, “verificare che le scelte siano corrette, legittime, chiedendoci anche in quale direzione vanno gli investimenti, per far sì che non danneggino il pianeta e riducano le disuguaglianze tra le persone”. “La sostenibilità, per una banca, è anche un impegno coerente nei confronti del mercato e con gli azionisti”, la tesi di Gros-Pietro, “perché le attività sostenibili sono quelle che danno un futuro”. Un esempio per tutti: l’economia circolare, che “implica il completo ridisegno di tutti i sistemi produttivi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo