Diocesi: Melfi, giovani a colloquio con il vescovo Fanelli sulle tematiche del Sinodo

Il vescovo di Melfi-Rapolla-Venosa, mons. Ciro Fanelli, ha incontrato i giovani della diocesi per parlare con loro delle tematiche emerse dal Sinodo dedicato ai giovani, che si è concluso nei giorni scorsi in Vaticano. L’incontro, promosso dall’Azione cattolica diocesana, si è svolto nei giorni scorsi nel palazzo episcopale di Melfi. Durante l’iniziativa, i giovani partecipanti hanno posto le loro domande e curiosità al presule. All’inizio dell’incontro, mons. Fanelli, ha spiegato loro il significato della parola “sinodo” ossia “camminare insieme”. Le domande dei ragazzi presenti – segnala una nota della diocesi – hanno toccato “i punti nevralgici dello stesso Sinodo e anche della riflessione sia della Chiesa universale ma anche della nostra Chiesa particolare che, non manca di porsi in ascolto delle attese e delle grandi domande di senso che ogni uomo si pone e fa giungere”.
“Dal discernimento alla vocazione, dall’amicizia, anche verso le persone omosessuali per le quali il vescovo ha ribadito con forza il no alla discriminazione o emarginazione, ma in sintonia con l’intera Chiesa ha invitato all’accoglienza e al rispetto, al tema dell’affettività e della sessualità; dall’ urgente bisogno di sentire più vicini a loro i presbiteri e parroci della nostra comunità diocesana ai dubbi inerenti la fede”. Un colloquio “familiare”, dove “ognuno ha potuto dire ciò che aveva dentro e dove, anche chi non è voluto intervenire direttamente, ha assaporato la bella, anche se breve, esperienza di sinodalità diocesana”. Il vescovo ha offerto ai giovani la possibilità di poterlo incontrare anche in altri momenti dell’anno, ribadendo la sua disponibilità a mettersi in ascolto di quanti lo vorranno.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo