Tv2000: Carla Signoris, “Crozza? A casa è un vulcano meraviglioso”

“Mio marito (Maurizio Crozza ndr) è meraviglioso. Quando entra in casa si sente un’energia. Quando Maurizio parte per Milano e sta via tutta la settimana e poi torna a casa, si sente questa energia e tutto è un po’ sospeso. È come un vulcano, poi si rilassa. È un uomo speciale”. Lo racconta l’attrice Carla Signoris nella quarta puntata del programma ‘Ave Maria’ con Papa Francesco, condotto da don Marco Pozza, teologo e cappellano del carcere di Padova, in onda su Tv2000 martedì 6 novembre alle ore 21.05. “Quando Maurizio ha imitato Papa Francesco – ricorda la Signoris – mi è piaciuto da morire. Ho capito che aveva capito che stava dicendo una cosa talmente importante facendo ridere. Stava dicendo che questo uomo, veramente, si è preso addosso non la croce ma il frigorifero, cioè si è preso addosso questa Chiesa assurda”.
“Sono gelosissima di mio marito, però anche lui è geloso” aggiunge l’attrice che si racconta a cuore aperto a don Marco, parlando dei suoi genitori, dei figli, del matrimonio e anche delle difficoltà all’interno di un rapporto. Un tradimento dentro una storia d’amore, sottolinea la Signoris, potrebbe essere anche “una bella ripartenza”.


Nella lunga intervista Carla Signoris ripercorre i primi anni della sua vita: “Io sono stata una bambina abbastanza tranquilla; fino ai 12-13 anni ero serena, avevo papà e mamma che mi amavano, una vita assolutamente normale. Poi intorno ai 14 anni nel periodo dell’adolescenza, forse un più avanti, sui 18 anni, ho cominciato a diventare anche un po’ ribelle. Erano anni in cui la politica era molto presente specie tra gli studenti. Non che fossi un’attivista politica, però seguivo molto quello che succedeva senza capire nulla. Mi ricordo che erano gli anni in cui l’aborto c’era e accompagnavo le ragazze nei consultori e io non avevo ancora fatto l’amore. C’ero dentro ma non sapevo di cosa stavo parlando”. “Mi ci sono trovata a diventare mamma – rivela Carla Signoris a Tv2000 – Avevo 39 anni quando siamo rimasti incinti dopo 8 anni di matrimonio. Con Maurizio ci siamo guardati e abbiamo detto: sarà mica presto? Tutto è relativo: non eravamo assolutamente pronti ad avere un figlio, non l’avevamo mai neanche contemplata l’ipotesi; o meglio facevamo dell’altro e quando siamo rimasti incinti è stata una bella sorpresa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo