Studenti: segretari Msac, “a scuola non ci forma il voto, ma il percorso di crescita e la fatica dello studio”

Si è concluso questa mattina a Morlupo (Rm) il laboratorio di formazione del Movimento studenti di Azione Cattolica “E tu domanda, per una scuola che insegna a pensare”. Segretari e membri d’équipe diocesane si sono confrontati su temi come dispersione scolastica, autonomia, alternanza scuola lavoro. Nelle conclusioni dei segretari nazionali, sono state tracciate piste di lavoro concrete per il futuro. “A scuola non ci forma il voto, ma il percorso di crescita e la fatica di passare ore sui libri a studiare”, ha affermato il segretario nazionale Lorenzo Zardi: “Vogliamo impegnarci a percepire quand’è che sprechiamo energie perché studiamo senza il desiderio di capire o per cercare scorciatoie e non le usiamo per raggiungere l’obiettivo che prima ancora della meta sta nel cammino”. L’altra segretaria Msac, Adelaide Iacobelli, ha riferito sui passi che nell’immediato vedranno il Movimento partecipare a consessi istituzionali del mondo della scuola: “Porteremo le nostre proposte al Consiglio superiore della Pubblica Istruzione. Martedì incontreremo il ministro dell’Istruzione Bussetti, insieme alle altre associazioni studentesche, e presenteremo anche a lui le proposte di questi tre giorni su dispersione scolastica, autonomia, alternanza scuola lavoro, valutazione”. Al termine dell’incontro, i segretari nazionali hanno inoltre annunciato le date della prossima Scuola di formazione per studenti, che si svolgerà a Montesilvano (Pe) dall’8 al 10 marzo 2019.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo