Nuova Caledonia: referendum sull’indipendenza, dalle urne la decisione di restare con la Francia

La Nuova Caledonia ha detto no all’indipendenza dalla Francia. Vengono infatti resi noti i risultati ufficiali del voto popolare del 3 novembre che chiamava alle urne 174mila aventi diritto; l’affluenza ha superato l’80%. Chiaro il responso: il 56,4% dei nuovi caledoni ha scelto di restare con Parigi. I 16mila chilometri di distanza dalla Francia non hanno influito sulla scelta degli isolani. La Nuova Caledonia, una dozzina di isole a est dell’Australia nell’Oceano Pacifico, era stata colonizzata a metà Ottocento. Nell’arcipelago convivono i canachi (autoctoni), i caldoches (discendenti dei primi coloni europei) e minoranze delle regioni del Pacifico. Fra gli argomenti portati a favore dell’autonomia – che si era cercata di regolare con gli accordi di Matignon del 1988 e che nel passato anche recente ha visto scontri e vittime – lo sfruttamento delle risorse locali, fra cui il nikel. A commento del voto, il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato che “i risultati mostrano fiducia nella Repubblica francese. Sono fiero che abbiamo superato questo storico passo insieme”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo