Maltempo: D’Angelo (Protezione Civile), “evento eccezionale, nel Triveneto tre quarti delle precipitazioni di un anno in pochi giorni”

Tra le zone più colpite dal maltempo c’è “anzitutto il Veneto dove, a causa degli effetti di piogge intense e venti molto forti, stiamo operando per il ripristino dei servizi e le urgenze immediate, soprattutto legate alla viabilità e alla riattivazione di luce e acqua in diversi Comuni. Ci sono, state, infatti, alcune rotture di acquedotti. Criticità sono presenti anche in Sicilia, dove una fortissima ondata di maltempo ha colpito in poche ore ma violentemente la provincia di Palermo e di Agrigento: si sta lavorando alla riattivazione della rete stradale e ferroviaria”. Lo afferma Luigi D’Angelo, direttore operativo per il coordinamento delle emergenze del Dipartimento della Protezione civile, facendo il punto della situazione con il Sir. “Si è verificato un evento eccezionale – aggiunge -: nel Triveneto, ad esempio, abbiamo registrato nel giro di pochi giorni quantitativi di pioggia caduti pari a 70 centimetri. Nell’arco di un anno, in quelle zone, si arriva complessivamente a 1.000 o 1.200 millimetri. Dunque, quasi tre quarti delle precipitazioni di un anno si sono concentrate in una manciata di giorni”. “Tutto ciò – conclude – ha provocato effetti più gravi perché il terreno era già umido, dal momento che quest’estate è stata molto piovosa. Alcuni fiumi, inoltre, hanno aumentato il loro trasporto solido rendendo le esondazioni possibili anche a seguito di piogge non troppo intense”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo