Istituto Giovanni Paolo II: mons. Sequeri (preside), dinamismo, progetti, ampliamento della sede, fedeltà alla Chiesa

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

La costituzione della cattedra “Gaudium et spes”, già operativa, e un secondo progetto, al momento in fase sperimentale, ossia “l’apertura di un’area internazionale di ricerca nell’ambito dell’antropologia culturale”. Sono alcuni segni del “dinamismo” che caratterizza il Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II per le scienze del matrimonio e della famiglia. Ad evidenziarli è oggi il preside mons. Pierangelo Sequeri, nella relazione sull’Anno accademico 2017-2018 letta in occasione del Dies academicus 2018-2019, nella quale richiama inoltre l’avvio di una interessante esperienza di seminari congiunti, in collaborazione con la Facoltà di psicologia dell’Università Gregoriana, “sui risvolti interdisciplinari e pratici del trattamento degli abusi infantili”. L’Istituto, ospitato dalla Pontificia Università Lateranense, ha sezioni anche in Benin, India, Messico, ricorda il preside annunciando il prossimo ampliamento anche logistico della sede. Tra le diverse iniziative mons. Sequeri cita la “progettazione di un Osservatorio internazionale sulla famiglia” e “l’erogazione di corsi on-line, a diffusione internazionale, su temi di speciale interesse legato all’attualità” grazie alla collaborazione e al sostegno dell’Università Cattolica san Antonio di Murcia. Un impegno in linea con “la crescente domanda ecclesiale di approfondimento e di ampliamento della qualità pastorale della teologia”. L’Istituto, osserva, non vuole e non può ignorare “la congiuntura difficile nella quale la fedeltà della Chiesa e la fedeltà alla Chiesa vengono messe alla prova del peccato degli uomini e delle resistenze alla grazia”. Per questo, conclude, “la nostra serena adesione alla forma cattolica ci chiede anche una speciale cura allo stile” e ci “ispira un pensiero e una prassi in controtendenza con gli spiriti del risentimento e della contesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo