Austria: Salisburgo, abbazia benedettina ospita i vescovi in assemblea su Sinodo e situazione sociale ed ecclesiale

Sotto la presidenza del cardinale Christoph Schönborn, arcivescovo di Vienna, è riunita da oggi l’assemblea plenaria autunnale della Conferenza episcopale austriaca (Öbk). I lavori si svolgono presso l’abbazia salisburghese di Michaelbeuern e si protrarranno sino alla sera di mercoledì 7 novembre, quando nella chiesa abbaziale l’arcivescovo di Salisburgo, mons. Franz Lackner celebrerà la messa conclusiva. I vescovi discuteranno i risultati del Sinodo giovanile recentemente concluso, al quale hanno partecipato il cardinale Schönborn e il vescovo responsabile della pastorale giovanile austriaca, mons. Stephan Turnovszky. Durante i lavori verranno affrontate “l’attuale situazione sociale e quella ecclesiastica”, come ha detto il segretario generale della Conferenza episcopale, Peter Schipka, all’agenzia di stampa cattolica “Kathpress”. Tra i temi anche la presentazione del mese straordinario della Missione mondiale proclamato da Papa Francesco per l’ottobre 2019, sul quale parlerà il direttore nazionale delle Pontificie opere missionarie, padre Karl Wallner. La diocesi attualmente vacante di Gurk è rappresentata dal suo amministratore, mons. Engelbert Guggenberger.
L’abbazia benedettina di Salisburgo, Michaelbeuern, fu fondata nell’VIII secolo. Oggi i dodici monaci dell’abbazia sono attivi in varie parrocchie del salisburghese, gestiscono una casa per esercizi spirituali e una scuola. Tra le altre attività dell’abbazia c’è un antico birrificio, una locanda del pellegrino e un centro per la silvicoltura. L’abate Johannes Perkman è presidente della conferenza dei Superiori degli ordini maschili e Superiore della congregazione benedettina austriaca.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo