Sport: Russo (Parole O_Stili), “riscoprire i valori comuni per evitare comportamenti ostili nel tifo e nella comunicazione”

“C’è bisogno di riscoprire i valori dello sport perché lo sport porta con sé tantissimi concetti positivi e in questo periodo, a causa della poca consapevolezza dell’utilizzo dei social, le persone sono state offensive e possono aver ferito”. Lo ha detto Rosy Russo, presidente dell’associazione Parole O_Stili, che a Bari ha presentato in anteprima il “Manifesto della Comunicazione non ostile per lo sport”. Dieci principi di tolleranza, impegno, correttezza, rispetto, ascolto e condivisione raccontati in occasione di “Parole a Scuola”, meeting sul tema delle competenze digitali e dell’ostilità nei linguaggi organizzata dalla sua associazione, dall’Università Cattolica, dall’Istituto Giuseppe Toniolo insieme a Miur e Corecom Puglia. Con lei sul palco tanti nomi noti del mondo dello sport: da Francesco Toldo a Palo Condò, da Nicola Rizzoli a Josefa Idem. “Il peso delle parole dipende da chi le dice – ha aggiunto -, soprattutto in questo momento storico. Allora avere dei personaggi molto seguiti e farli diventare dei testimonial di questi principi è il modo più facile e diretto per arrivare ai ragazzi. Serve allora riscoprire questi valori che possano andare bene tanto per gli sportivi, quanto per chi arbitra e sicuramente per chi tifa può essere un buon modo per ritornare allo sport più autentico. Sono dieci semplici principi a cui ispirarsi per ristabilire un contatto diretto e sincero fondato sui valori nobili dello sport, così da evitare un linguaggio ostile nel tifo e nella comunicazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa