Pena di morte: Comunità di Sant’Egidio, a Milano in serata il Pirellone illuminato a sostegno dell’abolizione. Uno striscione anche a Palazzo Marino

Anche Milano aderisce a “Cities for Life – Città per la vita. Città contro la pena di morte”, l’iniziativa promossa per la giornata di oggi in tutto il mondo dalla Comunità di Sant’Egidio che si è impegnata negli ultimi anni in tutti i continenti per giungere ad una moratoria universale. Il 30 novembre del 1786, infatti, venne abolita per la prima volta la pena di morte in uno Stato, il Granducato di Toscana. “Da allora – sottolinea Sant’Egidio – molta strada è stata fatta nel cammino che porta all’abolizione della pena capitale nel mondo. Ma tanto si può e si deve fare ancora contro questo strumento altamente inumano oltre che inutile, dato che non funziona come deterrente e riduce gli Stati a meri esecutori di ingiustizia”. Come avverrà a Roma con il Colosseo e in oltre 2.000 città del mondo che illumineranno i loro monumenti principali per dire di “no” alla pena di morte, a Milano sarà il Grattacielo Pirelli ad essere illuminato, nel corso di una manifestazione che prenderà il via alle 18. “È una idea – afferma il vicepresidente del Consiglio Regionale lombardo, Carlo Borghetti– che considero di grande importanza: con convinzione l’ho proposta all’Ufficio di presidenza del Pirellone che l’ha fatta subito sua. Ricordare che la pena capitale è ancora presente in molti paesi serve ad ognuno di noi per riflettere sul fatto che la vita degli altri, anche se colpevoli di gravi reati, non è nelle nostre disponibilità”.
Anche il Comune di Milano affiggerà a Palazzo Marino, nella giornata di oggi, lo stendardo di adesione alla campagna mondiale “Cities for Life” ed esporrà il logo della campagna sulla home page del sito del Comune.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa