Manovra: Conte, “lavoriamo per un compromesso in modo credibile” con l’Ue. “Non possiamo andare in recessione, dobbiamo crescere”

Sulla manovra “stiamo lavorando anche in queste ore a trovare un compromesso in modo credibile”. Così il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, incontrando i giornalisti a margine del G20 a Buenos Aires. Commentando i dati diffusi oggi dall’Istat sul Pil, il premier – che in mattinata ha interloquito con Juncker e altri leader europei – ha affermato che “se non cresce la Germania non cresciamo neanche noi”. “Questo – ha proseguito – è il momento di invertire la rotta. È la conferma che dobbiamo assolutamente fare una manovra di segno diverso, non possiamo andare in recessione, dobbiamo crescere”. “Questa – ha ribadito Conte – è una manovra ben costruita, stiamo limando un po’ di cose. Vorremmo rafforzare il piano degli investimenti, perché dobbiamo crescere”.
Il presidente del Consiglio si è detto “assolutamente fiducioso” di arrivare ad un accordo prima dell’Ecofin di metà dicembre. “Stiamo facendo dei passi avanti, stiamo lavorando in un clima molto proficuo, molto operativo, costruttivo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa