This content is available in English

Europa: card. Bassetti, “rilanciare un progetto europeo in cui l’Italia possa svolgere un ruolo da attore protagonista”

“L’Italia ha un bisogno forte dell’Europa e l’Europa ha una necessità vitale dell’Italia. Non credo che nessuno ci guadagnerebbe da un ipotetico distacco”. Lo ha sottolineato il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, per il quale “oggi, di fronte, allo spostamento del baricentro del mondo sempre più lontano dal Vecchio Continente” è “assolutamente necessario rilanciare un progetto europeo in cui l’Italia possa svolgere un ruolo da attore protagonista”. “Rilanciare significa anche rivedere, migliorare, riformare: non distruggere”, ha chiarito il card. Bassetti intervenendo al convegno “La nostra Europa”, organizzato da Acli, Azione Cattolica, Comunità di Sant’Egidio, Cisl, Confcooperative, Fuci e Istituto Sturzo. Si può, ha osservato, “discutere sulle modalità politiche di stare assieme, ma l’Europa e l’Italia hanno un cammino comune millenario che preesiste al processo di unità politica degli ultimi decenni”. Secondo il presidente della Cei, “ciò che serve non è la divisione o la frammentazione, ma l’unità; serve non meno Europa, ma al contrario più Europa”. “Un’Europa – ha detto – popolare, sussidiaria e solidale, attenta ai bisogni dei cittadini e rispettosa delle culture, delle fedi e delle identità. Un’Europa autenticamente politica e non solo economica”. Ecco allora che è necessario sviluppare “una nuova sensibilità europea”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa