Diritti umani: Tavola della pace, il 5 dicembre flash mob in piazza Montecitorio per riaffermare il valore insopprimibile della Dichiarazione universale

Chiedere al Parlamento di riaffermare il valore insopprimibile della Dichiarazione universale dei diritti umani. Con questo obiettivo la Tavola della pace organizza mercoledì prossimo, 5 dicembre, alle 15 un flash mob in piazza Montecitorio. Il 10 dicembre 2018 in tutto il mondo si celebrerà il 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani – affermano i rappresentanti della Tavola della pace in un comunicato – e centinaia di iniziative si svolgeranno nelle scuole, università, enti locali, strade e piazze di tutt’Italia, ma nessuna iniziativa è ancora stata assunta dal Governo e dal Parlamento italiano. Gli organizzatori chiedono al Parlamento di riunirsi, il 10 dicembre, in seduta comune, per discutere dello stato dei diritti umani in Italia, in Europa e nel mondo e attuare l’agenda politica dei diritti umani. Tra le richieste, che verranno presentate al Parlamento, anche quella di firmare il trattato Onu per l’abolizione delle armi nucleari e promuovere la messa al bando delle armi killer, fermare l’invio di armi all’Arabia Saudita e in tutte le altre zone di guerra, tagliare le spese militari e investire le risorse risparmiate sulla lotta alla povertà e le politiche locali di sviluppo dell’economia della fraternità. I promotori del flash mob chiedono inoltre il riconoscimento del diritto di cittadinanza delle seconde generazioni e firmare a Marrakech il Global Compact on Migration, fermare la politica dei respingimenti in mare e cancellare le misure anti-migranti che violano i diritti umani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa