Diocesi: Oppido Mamertina-Palmi, domani a Gioia Tauro inaugurazione del nuovo Centro di ascolto Caritas

Domani, alle ore 10,30, a Gioia Tauro (Rc), presso la “Casa del Laicato”, della diocesi di Oppido Mamertina-Palmi, avrà luogo la cerimonia di inaugurazione nel nuovo “Centro di ascolto” e dell’Osservatorio delle povertà e delle risorse della Caritas diocesana, realizzato con un progetto finanziato da Caritas Italiana. A presiedere l’inaugurazione sarà il vescovo, monsignor Francesco Milito, e saranno presenti don Nino Pangallo, delegato regionale Caritas, il diacono Vincenzo Alampi, direttore della Caritas diocesana, e Noemi Trimarchi, responsabile del Progetto “Costruire Speranza 2, l’agire pastorale delle chiese di Calabria: buone pratiche di giustizia e legalità”, promosso dalla Conferenza episcopale calabra e dalla delegazione regionale Caritas e finanziato dalla Conferenza episcopale italiana, attraverso Caritas Italiana.
Nella stessa mattinata, mons. Milito, benedirà “l’opera segno”, realizzata dalla Caritas diocesana, Associazione di volontariato “I Segni dei Tempi”. “Un’Associazione promossa per continuare la formazione e l’educazione alla giustizia e alla legalità del Progetto Costruire speranza – recita una nota stampa -, per promuovere, anche in collaborazione con altri organismi, la testimonianza della carità, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica, per promuovere la formazione e l’orientamento lavorativo per i giovani e le famiglie, specialmente attraverso progetti innovativi”.
Il centro di ascolto diocesano, l’Osservatorio delle povertà e delle risorse e l’associazione “I Segni dei Tempi” – prosegue la nota – “vogliono essere un punto di riferimento per le persone in difficoltà, le quali, secondo le loro necessità, troveranno qualcuno che le accoglie, le ascolta, le orienta e le accompagna alla conoscenza e all’utilizzo delle risorse disponibili del territorio”. Il centro di ascolto “è un’antenna, una sentinella, un punto di osservazione privilegiato per la conoscenza delle situazioni di emarginazione presenti sul territorio della diocesi che corrisponde alla Piana di Gioia Tauro, con i suoi 33 Comuni e 68 parrocchie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa