Cattolici: card. Bassetti, impegno in politica è fondamentale del loro essere cristiani

“L’impegno dei cattolici in politica è un impegno fondamentale del loro essere cristiani”. Lo ha ribadito il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, ricordando che “La Pira diceva che la politica è esercizio di carità e di santità: il primo impegno che il cattolico ha nei confronti della società è la politica con la ’p’ maiuscola”. A margine del convegno “La nostra Europa”, organizzato da Acli, Azione Cattolica, Comunità di Sant’Egidio, Cisl, Confcooperative, Fuci e Istituto Sturzo, il card. Bassetti ha quindi affermato che l’Europa “non può che andare avanti unita” e che “solo così può contribuire a pace nel mondo”. “L’Europa – ha osservato – è la patria comune, le nazioni hanno radici comuni e nascono dagli stessi valori e principi. Non si può prescindere da queste radici e da duemila anni di cristianesimo, da Benedetto e dal suo ‘ora et labora’ che ha civilizzato le nazioni europee, e da Francesco che ha portato la fraternità”. È “una patria dei popoli: il cuore di queste nazioni è attorno al Mediterraneo, hanno avuto fin dalla loro origine una civiltà comune”, ha aggiunto il card. Bassetti sottolineando che “tutti gli ‘ismi’ sono negativi: no al populismo e no al nazionalismo”. Quanto alla questione delle migrazioni, il presidente della Cei ha detto che “si può soltanto affrontare insieme con l’Europa ma forse non basta nemmeno quella: ci vogliono degli accordi che vanno anche al di là dell’Europa”. “Soprattutto le nazioni che sono bagnate dal Mediterraneo è necessario che camminino insieme”, ha rilevato mettendo in evidenza che “tutti si stanno rendendo conto che da soli si va poco lontano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa