Maltempo: Latina, domani una colletta per le famiglie sfollate di Terracina

Una raccolta fondi per le famiglie di Terracina che hanno subito danni nella tromba d’aria di lunedì scorso è stata indetta dal vescovo di Latina, mons. Mariano Crociata, che ha inviato una lettera ai sacerdoti della diocesi. L’obiettivo è “esprimere un segno concreto di solidarietà alla popolazione di Terracina duramente colpita” si legge nel messaggio, così che anche “momenti come questi contribuiscano a far crescere la comunione fra tutti noi e fra le nostre comunità”. I proventi della raccolta, da fare domenica 4 novembre, saranno depositati in Curia e devoluti alla Caritas di Terracina. La situazione nella città pontina, secondo quanto riferito al Sir dal Comune, parla di circa 100-150 persone sfollate. I dati non sono precisi perché molte famiglie hanno lasciato le proprie case e trovato una sistemazione in autonomia. Di quelli segnalati al comune, 34 sono gli ospiti della casa di riposo comunale (una signora, fra questi, è morta ieri per cause non imputabili al maltempo), trasferiti in altre strutture della provincia o tornati in famiglia; 23 persone sono ospitate in alberghi o case di parenti; 14 sono rientrate nelle proprie abitazioni. Permangono due zone rosse, nella zona mare e nel centro storico alto, dove i vigili del fuoco stanno verificando l’agibilità delle abitazioni. Tra le strutture più colpite, c’è la scuola delle Maestre Pie Filippini: la facciata è stata molto danneggiata, ma la suore hanno deciso di ricominciare le lezioni già lunedì, spostando le aule in un’area non interessata dai danni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa