Giornata mondiale poveri: Cassano all’Jonio, un centro d’ascolto e prima accoglienza sarà aperto nella chiesa di Sibari

“Un centro di ascolto e di prima accoglienza per i senza fissa dimora sarà aperto in Avvento, a Sibari, nella chiesa San Giuseppe, dove è stato ucciso don Lazzaro Longobardi”. Lo annuncia il vescovo di Cassano all’Jonio, mons. Francesco Savino, presentando le iniziative che la diocesi ha organizzato nella seconda Giornata mondiale dei Poveri che si svolgerà domenica 18 novembre e che avrà, in diocesi, un prologo stasera, alle 18, con un incontro in cattedrale, sempre a Cassano, con l’economista civile Stefano Zamagni. Altre iniziative seguiranno, a fine novembre, con suor Alessandra Smerilli, oltre a lectio divina nelle tre vicarie della diocesi e mense per i poveri a Cassano, Altomonte e Castrovillari. “Il centro di ascolto di Sibari – spiega il presule – sarà un’antenna che capterà i bisogni e ascolterà le povertà del nostro territorio, ma soprattutto sarà affiancato da un centro di prima accoglienza per i senza fissa dimora, non soltanto per gli immigrati, ma per tutti coloro hanno bisogno in un momento di emergenza perché non hanno casa. Il Centro sarà aperto a tutti, h24”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa