Diocesi: Civita Castellana, a Orte un convegno su due sacerdoti locali, cappellani durante la Prima Guerra mondiale

Nell’ambito delle celebrazioni per i cento anni dalla fine della Prima Guerra mondiale, oggi a Orte (Vt), nella diocesi di Civita Castellana, nella sala delle bandiere di Palazzo Nuzzi, alle 17 sarà presentato il libro “1915-1918 Prima guerra mondiale. In ricordo dei nostri giovani eroi”, curato dal giornalista Stefano Stefanini e dallo storico Bruno Salvatori e pubblicato dalla S.Ed. Società Editrice di Viterbo. Istituzioni civili e militari, associazioni e studenti delle scuole prenderanno parte all’iniziativa. In particolare, saranno ricordate due figure che rappresentano il contributo sacerdotale della comunità di Orte alla Grande Guerra: don Pacifico Arcangeli e padre Geremia Subiaco. “Il primo, parroco e insegnante al Seminario di Orte, si è sempre occupato dell’educazione dei giovani”, racconta al Sir uno dei curatori del libro, Stefano Stefanini. “Sul monte Grappa, poteva stare nelle retrovie, ma ha scelto di essere in trincea con i ragazzi che accompagnava come cappellano ed è morto ferito da una scheggia di granata. In punto di morte, ha pregato perché i suoi ragazzi tornassero vivi a casa. Alla sua memoria è stata conferita la Medaglia d’oro al valore militare. Il francescano padre Subiaco, primo parroco di Orte Scalo, ha ricevuto un encomio solenne per un intervento sulle Tofane nel recupero di morti e feriti in un’incursione”, aggiunge. All’evento di oggi intervengono, tra gli altri, lo storico delle relazioni internazionali Sante Cruciani e Giovanna Cavarocchi, presidente dell’Auser di Viterbo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa