Beatificazione Clelia Merloni: suor Voltolini (Apostole Sacro Cuore), “formava le sue suore a spingersi al di là di ogni difficoltà”

“Madre Clelia formava le suore affinché seguissero la carità di Cristo, spingendosi al di là di ogni difficoltà umana”. Lo dice suor Giampaola Voltolini, superiora dell’Istituto Apostole del Sacro Cuore di Gesù, ad Alessandria, in un’intervista pubblicata dal settimanale diocesano “La Voce Alessandrina”, in cui parla di madre Clelia Merloni, fondatrice dell’istituto proclamata beata oggi a Roma. La suora ha partecipato oggi alla cerimonia nella basilica di San Giovanni in Laterano. “Per noi è stata madre e maestra: nei suoi scritti ha espresso la profondità del suo carisma e le virtù che le suore devono seguire. Virtù che hanno l’impronta della radicalità evangelica, e si conformano al servizio dei poveri e di tutti coloro che possiamo raggiungere”. Indicando i frutti lasciati dalla fondatrice suor Voltolini ricorda che “dal 1916 madre Clelia ha vissuto un periodo di esilio, che malgrado tutto è stato molto fervido”. “In quegli anni l’Istituto si è esteso, soprattutto nelle Americhe. La sua è stata una vita crocifissa sull’esempio di Gesù: contestata, calunniata, abbandonata, tradita e morta sulla croce della sofferenza, è poi ‘risorta’ come il Figlio di Dio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa