Volontariato: a un’italo-belga e un nepalese il Premio internazionale Focsiv. Menzione speciale anche a Forti della Caritas

Sono Sanda Vantoni, 26 anni, e Dil Bahadur Gurung, 78 anni, i vincitori del 25° Premio del volontariato internazionale Focsiv. A Marco Dalla Stella, 30 anni, e ad Oliviero Forti, responsabile per le politiche migratorie e la protezione internazionale di Caritas Italiana, vanno invece le menzioni speciali. I riconoscimenti sono stati assegnati oggi, nel corso di una cerimonia che si è svolta a Roma, nella prestigiosa sede dell’Auditorium dell’Accademia dei Lincei. Vantoni, italo-belga, dopo gli studi in Sociologia con specializzazione sulle migrazioni che l’hanno portata in Canada, Irlanda, Spagna e Olanda, lo scorso novembre è partita per il Marocco per svolgere il servizio civile con l’organizzazione non governativa Cefa. Il suo impegno per favorire l’inclusione sociale ed il sostegno alla popolazione migrante, e prevenire i fondamentalismi e i radicalismi, le è valso il premio “Giovane Volontario Europeo”.
Bahadur Gurung si è aggiudicato invece il “Premio Volontario dal Sud”: maggiore nepalese dell’esercito britannico e Guardia del Corpo della Regina Elisabetta, è presidente di una associazione che si occupa dell’educazione dei bambini e del supporto alle fasce più povere della popolazione degli ‘slum’ della città di Pohkara, la seconda città del Nepal. Menzione speciale per Forti, artefice dei rapporti con le istituzioni italiane ed estere che hanno consentito i corridoi umanitari, e Dalla Stella, originario di Bassano del Grappa. Volontario del primo contingente italiano dei Corpi Civili di Pace che per un anno a Quito, in Ecuador, si è impegnato nell’accoglienza e integrazione locale dei rifugiati e richiedenti asilo e a gennaio partirà per Maputo in Mozambico per seguire l’implementazione di progetti di sviluppo rurale. Ilaria Tinelli, volontaria di Avaz onlus, è infine la vincitrice di Ibo Italia Instagram Contest 2018.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo