This content is available in English

Primo Mazzolari: Guy Coq (Amis d’Emmanuel Mounier), il pensiero di Mounier ha “illuminato il cammino” del parroco di Bozzolo

Guy Coq

Ci sono “sei temi importanti dell’opera di Emmanuel Mounier che penso abbiano illuminato il cammino di Primo Mazzolari”: Guy Coq, presidente onorario dell’associazione “Amis d’Emmanuel Mounier” ha preso la parola al congresso internazionale su “il messaggio e l’azione per la pace di don Primo Mazzolari” in corso oggi a Parigi per ripercorrere alcune tappe della riflessione di Mounier, filosofo francese contemporaneo di don Primo Mazzolari. “Lo sviluppo della riflessione di Mounier coincide con la crisi del 1929”, ha esordito Coq, definendo Mounier “pensatore della crisi”, sia quella economica, sia quella antropologica del suo tempo; è dall’esperienza della crisi che Mounier ha preso le mosse per arrivare a definire la persona, come essere in relazione con se stessa, gli altri e il trascendente, “in contrasto con un individualismo che riposa su una visione impoverita della realtà umana”. Ne deriva una “comunità necessaria”: “una persona è realmente tale solo nella sua partecipazione a una comunità”. Quarto elemento in Mounier è l’“impegno”, in diverse forme, umano, etico, politico, spirituale, ma “mai indipendenti le une dalle altre”. Coq ha inoltre illustrato “l’importanza della questione etica” in Mounier per concludere con le riflessioni del filosofo francese sul cristianesimo che “non è legato in modo definitivo a una civiltà”, ma “va incontro all’essere umano ovunque e in ogni momento quando cerca di costruire la migliore umanità possibile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo