Primo Mazzolari: convegno all’Unesco con il card. Parolin sul “messaggio di pace” del sacerdote italiano

Arriva nella sede dell’Unesco, a Parigi, la figura di don Primo Mazzolari, sacerdote cremonese (1890-1959), considerato tra i padri del pacifismo europeo, autore, nel 1955, del volume-manifesto “Tu non uccidere”. Si svolge infatti oggi un convegno presso il quartier generale Unesco (125 avenue de Suffren, ore 15-18) che avrà per relatore principale il segretario di Stato vaticano card. Pietro Parolin. Titolo del convegno: “Il messaggio e l’azione di pace di don Primo Mazzolari”. L’iniziativa si svolge sotto il patrocinio dell’Unesco e in collaborazione con la Fondazione “Don Primo Mazzolari” di Bozzolo, la Missione permanente della Santa Sede presso l’Unesco e la diocesi di Cremona. Nella presentazione dell’iniziativa si legge che Primo Mazzolari (del quale è in corso il processo di beatificazione) fu “prete cattolico, grande figura del cattolicesimo italiano della prima metà del XX secolo, resistente, fondatore della rivista ‘Adesso’”. “Contemporaneo di Emmanuel Mounier (1905-1950), filosofo e fondatore del personalismo comunitario, visionario d’avanguardia, Mazzolari fu un precursore del modello di rapporto Chiesa-mondo espresso dal Concilio Vaticano II nella Costituzione pastorale ‘Gaudium et spes’. Egli agí a favore di un pensiero sociale, vicino ai poveri e ai valori della pace, che accompagna l’Unesco nel suo obiettivo di costruire la pace nello spirito degli uomini e delle donne di oggi”.
Nel programma figura l’intervento del card. Pietro Parolin, segretario di Stato di Sua Santità. A seguire gli interventi di mons. Francesco Follo, Osservatore permanente presso l’Unesco, e di mons. Antonio Napolioni, vescovo di Cremona. Il direttore generale aggiunto, Xing Qu, presenterà il punto di vista dell’Unesco sul soggetto dell’evento. Interverranno poi: Guy Coq, presidente onorario dell’associazione “Amis d’Emmanuel Mounier”; Mariangela Maraviglia, membro del comitato scientifico della Fondazione Mazzolari; don Bruno Bignami, presidente della Fondazione Mazzolari. Le conclusioni sono affidate a mons. Follo e mons. Napolioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo