Legge di bilancio: Pella (Anci), “prime aperture dal governo, lavoriamo per dare risposte soddisfacenti ai Comuni”

“Oggi abbiamo fatto un primo passo in avanti. Lavoriamo per dare risposte soddisfacenti ai Comuni”. Lo dichiara il vicepresidente vicario Anci e sindaco di Valdengo, Roberto Pella. “Abbiamo raggiunto certezze dal Governo su alcune richieste importanti”, spiega Pella: “il mantenimento della percentuale di accantonamento al Fondo crediti dubbia esigibilità (Fcde) al 75% e della quota di applicazione dei fabbisogni standard al 45%, come indispensabile momento di pausa per chiarire modalità e risorse a supporto della perequazione; la facoltà di avvalersi di un’anticipazione di tesoreria pari 6 dodicesimi con un ruolo di Cdp; il mantenimento della maggiorazione Tasi, come sinora applicata e il ripristino della maggiorazione sull’imposta di pubblicità”.
“Voglio ringraziare i viceministri Castelli e Garavaglia per il loro lavoro, e spero che altre richieste fondamentali trovino accoglimento”, prosegue Pella, sottolineando che “il lavoro dell’Anci continua e spero che siano tenuti in conto nel dibattito parlamentare altri aspetti come la semplificazione dell’attività contabile dei comuni”. “Ci appelliamo alle forze politiche di maggioranza e opposizione – prosegue il vicepresidente vicario Anci – per assicurare i necessari equilibri di bilancio. I sindaci sono il presidio pubblico sul territorio, investire e credere nei sindaci significa recuperare credibilità verso i cittadini. Resta infine aperto il discorso su aspetti ordinamentali vitali per i piccoli Comuni. Anche su questi ci attendiamo dal Governo l’attenzione che meritano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo