Economia: Istat, nel terzo trimestre 2018 l’indice del fatturato dei servizi cresce dell’1,4% su base annua

Nel terzo trimestre 2018 si stima che l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi sia stazionario rispetto al trimestre precedente e che l’indice generale grezzo cresca in termini tendenziali dell’1,4%, con una variazione media dei primi tre trimestri del 2018 sul corrispondente periodo del 2017 pari a +2,1%. È quanto comunica oggi l’Istat diffondendo i dati relativi al “Fatturato dei servizi” per il terzo trimestre 2018.
“Nel terzo trimestre 2018 l’indice generale del fatturato dei servizi – spiega l’Istat – presenta una variazione congiunturale nulla, interrompendo la fase espansiva iniziata nel terzo trimestre 2014”. Stando ai dati diffusi, tra i principali settori di attività economica, l’unica variazione congiunturale positiva si riscontra nel trasporto e magazzinaggio (+0,5%). Si registrano invece flessioni nelle attività professionali, scientifiche e tecniche (-0,6%) e nei servizi di informazione e comunicazione (-0,4%). I settori del commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli, delle attività dei servizi di alloggio e ristorazione e delle agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese riportano variazioni nulle.
“Su base annua – aggiunge l’Istat –, tra i comparti più dinamici si conferma quello relativo alle attività di ricerca, selezione, fornitura di personale (+10,1%), seppure in rallentamento rispetto ai trimestri precedenti”.
Gli incrementi tendenziali più consistenti si registrano per il commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli (+2,2%), le attività dei servizi di alloggio e ristorazione (+1,9%) e le agenzie di viaggio e i servizi di supporto alle imprese (+1,8%). Si registra, invece, una flessione tendenziale marcata nelle attività professionali, scientifiche e tecniche (-3,2%).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo