Droghe e dipendenze: card. Turkson, “indizio della difficoltà ad accettare il senso della propria esistenza”

(Foto: Siciliani/Gennari-Sir)

“Le dipendenze sono un indizio della difficoltà ad accettare il senso della propria esistenza”. Lo ha spiegato il card. Peter Kodwo Appiah Turkson, prefetto del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, aprendo oggi in Vaticano il convegno sulle droghe e dipendenze, in corso fino al 1° dicembre per iniziativa del citato Dicastero. “Le droghe, le dipendenze da Internet, dai giochi elettronici, dal sesso, ledono fortemente la libertà della persona, che è l’espressione fondamentale della dignità di ogni essere umano”, la denuncia del cardinale, che citando Papa Francesco ha ricordato che “il dramma della droga minaccia la libertà e la dignità dell’agire di ogni persona e l’immagine che il Creatore plasma in noi”. Si tratta, per Turkson, di “una piaga che va condannata fermamente, perché alimentata da uomini senza scrupoli che per sete di guadagno seminano morte e distruggono molte famiglie”. Di qui la necessità di “unire le forze per condividere le pratiche migliori da seguire”, in modo da “restituire dignità a quanti si sono lasciati sedurre da droghe e dipendenze”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo